Accesso ai servizi

Domenica, 09 Gennaio 2022

MINISTERO DELLA SALUTE - GOVERNO - REGIONE PIEMONTE



MINISTERO DELLA SALUTE - GOVERNO - REGIONE PIEMONTE


In Gazzetta ufficiale il decreto legge 7 gennaio 2022 n. 1 "Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza COVID-19, in particolare nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli istituti della formazione superiore". Il provvedimento mira a “rallentare” la curva di crescita dei contagi relativi alla pandemia e a fornire maggiore protezione a quelle categorie che sono maggiormente esposte e che sono a maggior rischio di ospedalizzazione.

Obbligo vaccinale 

In vigore dall'8 gennaio 2022 l’obbligo vaccinale per tutti coloro che hanno compiuto 50 anni e più.

Senza limiti di età, l’obbligo vaccinale è esteso anche al personale universitario così equiparato a quello scolastico.

Green pass rafforzato, esteso obbligo a lavoratori dai 50 anni

dal 15 febbraio 2022: Per i lavoratori pubblici e privati con 50 anni di età sarà necessario il Green Pass rafforzato per l’accesso ai luoghi di lavoro. 

Green pass base
dal 20 gennaio : È esteso l’obbligo di Green pass base (tampone/guarigione/vaccinazione) a coloro che accedono ai servizi alla persona

dal 1 febbraio : a pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari, attività commerciali,  fatte salve eccezioni che saranno individuate con un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per assicurare il soddisfacimento di esigenze essenziali e primarie della persona.

Scuola, regole per la gestione dei casi positivi

Cambiano le regole per la gestione dei casi di positività.

  • Scuola dell’infanzia

Già in presenza di un caso di positività, è prevista la sospensione delle attività per una durata di dieci giorni. 

  • Scuola primaria

Con un caso di positività, si attiva la sorveglianza con testing. L’attività in classe prosegue effettuando un test antigenico rapido o molecolare appena si viene a conoscenza del caso di positività, test che sarà ripetuto dopo cinque giorni. 

In presenza di due o più positivi è prevista, per la classe in cui si verificano i casi di positività, la didattica a distanza (DAD) per la durata di dieci giorni.

  • Scuola secondaria di primo e secondo grado, sistema di istruzione e formazione professionale

Fino a un caso di positività nella stessa classe è prevista l’auto-sorveglianza e con l’uso, in aula, delle mascherine FFP2. 

Con due casi nella stessa classe è prevista la didattica digitale integrata per coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni, che sono guariti da più di 120 giorni, che non hanno avuto la dose di richiamo. Per tutti gli altri, è prevista la prosecuzione delle attività in presenza con l’auto-sorveglianza e l’utilizzo di mascherine FFP2 in classe. 

Con tre casi nella stessa classe è prevista la DAD per dieci giorni.


Pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto legge 229 del 30 dicembre 2021. Approvato dal Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro della salute Roberto Speranza, il decreto introduce misure urgenti per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19 e disposizioni in materia di sorveglianza sanitaria.

 

https://www.governo.it/sites/governo.it/files/documenti/documenti/Notizie-allegati/tabella_attivita_consentite.pdftabella  delle attività consentite senza green pass, con green pass "base" e con green pass "rafforzato”.

Inoltre, è possibile consultare le FAQ sull'utilizzo della mascherina e sulle nuove norme per la quarantena, valide su tutto il territorio nazionalehttps://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638#zone 

In base alle disposizioni nazionali in vigore per il contenimento della diffusione dell'epidemia da COVID-19 e alle ordinanze del Ministro della Salute, da lunedì 3 gennaio si applicano le misure previste:

Si precisa che questa sezione tiene conto esclusivamente delle misure introdotte da disposizioni nazionali. Le Regioni e le Province autonome possono adottare specifiche ulteriori disposizioni restrittive, di carattere locale, per conoscere le quali è necessario fare riferimento ai canali informativi istituzionali dei singoli enti.

 

https://www.regione.piemonte.it/web/temi/coronavirus-piemonte/chiarimenti-sulle-quarantene-per-contatti-un-caso-sullisolamento-per-soggetti-positivi

 

Chiarimenti sulle quarantene per i contatti di un caso e sull'isolamento per i soggetti positivi.

CONTATTI STRETTI (O AD ALTO RISCHIO)

  • VACCINATO CON DUE DOSI/GUARITO DA PIÙ DI 120 GIORNI

 I soggetti asintomatici che hanno completato il ciclo vaccinale primario (monodose/doppia dose) da più di 120 giorni o che sono guariti da più di 120 giorni e possiedono un Green pass ancora valido sono tenuti ad osservare un periodo di quarantena di 5 giorni dall’ultima esposizione al caso. La conclusione avviene dopo l’esito negativo di un tampone molecolare o antigenico (effettuabile presso strutture pubbliche o private).

  • VACCINATO CON TERZA DOSE (BOOSTER) O DOPPIA DOSE/GUARITO DA MENO DI 120 GIORNI 

Le persone asintomatiche che hanno ricevuto la terza dose (booster) o hanno completato il ciclo vaccinale primario ( monodose/doppia dose ) da meno di 120 giorni oppure sono guariti da meno di 120 giorni NON sono sottoposte ad alcun periodo di quarantena, ma sono tenute ad osservare un periodo di auto-sorveglianza di 5 giorni ed hanno l’obbligo di indossare la mascherina FFP2 per almeno 10 giorni dall’esposizione al caso positivo. 

Se nel corso dei 5 giorni non compaiono sintomi, l’auto-sorveglianza si conclude senza la necessità di un tampone.

Se, invece, compaiono dei sintomi dovranno effettuare subito un tampone (antigenico rapido o molecolare effettuabile in strutture pubbliche o private); se il test risultasse negativo, ma i sintomi dovessero persistere, dovranno fare un ulteriore tampone (antigenico rapido o molecolare) dopo 5 giorni dal contatto stretto con i soggetti confermati positivi. 

  • NON VACCINATO O SENZA SECONDA DOSE O CON SECONDA DOSE DA MENO DI 14 GIORNI 

 Le persone non vaccinate o che non hanno effettuato la seconda dose o hanno ricevuto la seconda dose da meno di 14 giorni sono tenute ad osservare un periodo di quarantena di 10 giorni dall’ultima esposizione al caso. 

La conclusione del periodo avviene dopo l’esito negativo di un tampone molecolare o antigenico (effettuabile presso strutture pubbliche o private).

Chi è un contatto stretto ad alto rischio

Per contatto stretto ad alto rischio di un caso probabile o confermato si intende una persona che: vive nella stessa casa di un caso positivo; ha avuto un contatto fisico diretto con un caso positivo, come la stretta di mano; ha toccato a mani nude fazzoletti di carta usati da un positivo; è stata faccia a faccia con un positivo per almeno 15 minuti ad una distanza minore di 2 metri; si è trovata in un ambiente chiuso, come esempio aule, sale riunioni, sale d’attesa di un ospedale) con un caso positivo in assenza di dispositivi di protezione idonei; ha viaggiato seduta in treno, aereo o altro mezzo di trasporto entro due posti in qualsiasi direzione rispetto a un caso positivo.

La stessa definizione vale per i compagni di viaggio e il personale addetto alla sezione dell’aereo/treno dove il caso era seduto e per l’operatore sanitario o altra persona che fornisce assistenza diretta ad un caso positivo senza l’impiego di dispositivi o con dispositivi di protezione non idonei. 

CONTATTI A BASSO RISCHIO

Le persone che hanno sempre indossato mascherine chirurgiche o FFP2 non devono osservare la quarantena, ma le comuni precauzioni igienico-sanitarie. 

Devono invece sottostare a sorveglianza passiva se non hanno indossato mascherine.

Chi è un contatto stretto a basso rischio

Per contatto a basso rischio si intende una persona che: ha avuto un contatto diretto faccia a faccia con un caso positivo ad una distanza inferiore ai 2 metri e per meno di 15 minuti; si è trovata in un ambiente chiuso o ha viaggiato con un caso positivo per meno di 15 minuti; ha fornito assistenza diretta ad un caso positivo.

Sono compresi anche i passeggeri e l’equipaggio di un volo in cui era presente un caso positivo (ad eccezione dei passeggeri seduti entro due posti in qualsiasi direzione, dei compagni di viaggio e del personale addetto alla sezione dell’aereo/treno dove il caso era seduto, che sono classificati ad alto rischio). 

SOGGETTI POSITIVI E ISOLAMENTO

  • POSITIVI DOPO LA TERZA DOSE O DOPPIA DOSE/GUARITI DA MENO DI 120 GIORNI

Coloro che sono risultati positivi dopo aver ricevuto la terza dose o completato il ciclo vaccinale primario o guariti da meno di 120 giorni devono osservare un periodo di isolamento di 7 giorni, che potrà concludersi in caso di esito negativo di un tampone molecolare o antigenico (effettuabile presso strutture pubbliche o private), a patto che siano sempre stati asintomatici o risultino asintomatici da almeno 3 giorni (esclusi anosmia e ageusia/disgeusia che possono avere prolungata persistenza nel tempo). 

  • NON VACCINATI O CON CICLO VACCINALE CONCLUSO/GUARITI DA PIÙ DI 120 GIORNI

Per i soggetti non vaccinati e per coloro che non hanno ancora ricevuto la seconda dose o che hanno concluso da più di 120 giorni il ciclo primario (con monodose/doppia dose) o che sono guariti da più di 120 giorni il periodo di isolamento rimane di 10 giorni con tampone di uscita (molecolare o antigenico effettuabile presso strutture pubbliche o private). 

N.B. L’esito negativo di un tampone antigenico o molecolare comporta la fine del periodo di isolamento e la riattivazione del Green pass. 

N.B. Si ricorda che il soggetto positivo al tampone antigenico, qualora sintomatico o in presenza di link epidemiologico (contatto stretto) non necessita di tampone molecolare di conferma. 


Decreto del Presidente della Giunta Regionale del 23 dicembre 2021, n. 100 

E obbligatorio l’uso corretto della mascherina a protezione delle vie respiratorie in tutti i luoghi all'aperto, pubblici o aperti al pubblico.

http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2021/51/suppo4/00000001.htm


Collegamenti:
LINK REGIONE
LINK REGIONE 2
LINK GOVERNO
LINK MINISTERO SALUTE

Documenti allegati:

MINISTERO DELLA SALUTE - GOVERNO - REGIONE PIEMONTE